incendio-carcere

CARCERE DI TORINO, DETENUTO PSICHIATRICO APPICCA INCENDIO MNATERIALE PERSONALE E DELL’AMMINISTRAZIONE ELL’INTERNO DELLA PROPRIA CELLA AL 7 REPARTO DETENTIVO SPRIGIONANDO FIAMME, FUMI TOSSICI. DISPOSTO IL RICOVERO PER CONTROLLO DEGLI AGENTI COINVOLTI IN SERVIZIO.

CARCERE DI TORINO, DETENUTO PSICHIATRICO  APPICCA INCENDIO MNATERIALE PERSONALE E DELL’AMMINISTRAZIONE ELL’INTERNO DELLA PROPRIA CELLA AL 7 REPARTO DETENTIVO SPRIGIONANDO FIAMME, FUMI TOSSICI.  DISPOSTO IL RICOVERO PER CONTROLLO DEGLI AGENTI COINVOLTI  IN SERVIZIO.

FS-Co.S.P.  – Coordinamento Sindacale Penitenziario –  Comparto Sicurezza e Difesa,segnala che pochi minuti fa la Settima  Sezione Reparto psichiatrici del carcere Torinese,un detenuto per futili motivi ha appiccato un incendio e le fiamme propagatesi  dai fumi nocivi, hanno poi costretto l’intervento delle Ambulanze del 118 ed il trasporto degli Agenti presso il pronto soccorso cittadino per accertamenti e cure dove ancora adesso si trovano in osservazione.

Il detenuto,immediatamente salvato dagli Agenti di pronto Intervento e spento il fuoco è stato poi subito sottoposto agli accertamenti sanitari del caso e spostato di  ubicazione,i danni nella cella sono stati totale tra cui la distruzione anche di materiale dell’amministrazione.

MASTRULLI : Da tempo sul carcere di  Torino si continua,come Federazione Sindacale Co.S.P. a richiedere adeguati e mirati  interventi finalizzati ad un supporto numerico ulteriori di agenti nel 7 reparto Psichiatrici e Controllati a vista,una sezione dove scaricano di tutto e di più soggetti psichicamente non controllabili ex OPG,Situazioni di COVID,ISOLATI precauzionali  e quant’altro,un reparto esplosivo per le pessime condizioni in cui sarebbe tenuto e che il personale di polizia lamenterebbe da sempre scarsa considerazione delle Istituzioni tutte.

MASTRULLI è ora che qualcuno dallo stesso PROVVEDITORATO REGIONALE  PIEMONTE A TORINO, SI RENDA CONTO CHE IL CARCERE DI TORINO E IL PERSONALE CHE IN QUELLA STRUTTURA CI LAVORA, HA URGENTE   NECESSITA’ DI AIUTI E NON SOLO DI  PROMESSE CAMPATE IN ARIA CHE NEL TEMPO SONO ANDATE SVANITE TRA SOVRAFFOLLAMENTO,SCARSA IGIENE E SICUIREZZA COME LE TELECAMERE INTERNE CHE CONTIONUEREBBERO AD ESSERE OGGETTO DI  DANNEGGIAMENTO  DA PARTE DEI MEDESIMI RECLUSI DEL REPARTO TANTO CHE NE SOSTITUISCONO UN PAIO AL GIORNO.                                                                                                         LA FS-COSP AUGURA pronta guarigione agli  Agenti rimasti  intossicati.                                                                                                                        Ufficio Stampa Nazionale  FS-Co.S.P.                                                                                                                                   Domenico Mastrulli    cell. 3355435878

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *