alto_rischio

FS- COSP CARCERE TORINO COTUGNO DETENUTO PSICHIATRICO IN AVVIO PE RTRATTAMENTO TSO CON UNO SGABELLO HA PICCHIATO VIOLENTEMENTE APPARTENENTI AL CORPO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA MENTRE STAVA NELS ETTORE INFERMERIA MANDANDOLI IN OSPEDALE. 12 GIORNICOMPLESSIVI DI PROGNOSI. “SIAMO POLIZIOTTI NON CARNE DA MACELLO PER GALEOTTI”

Comunicato stampa

Agli Organi di Informazione e Testate Televisive Loro Sedi

TORINO L. COTUGNO, 14 SETTEMBRE 2020

 

 

 

FS-CO.S.P. COORDINAMENTO SINDACALE PENITENZIARIO, ci risiamo Torino Carcere continua a far parlare di sé in negativo, questa mattina sul tardi alla Settima Sezione dove sono ristretti 16 detenuti ex OPG(psichiatrici),trasportato in Infermeria per un successivo TSO disposto dalla competente Autorità,senza alcuna motivazione ha preso uno sgabello in legno colpendo violentemente sul corpo di un ispettore della Polizia Penitenziaria e 1 assistente capo che in quel momento lo vigilavano per il trasporto.

Soccorsi i due appartenenti al Corpo poi   trasferiti in Ospedale per accertamenti e cure,sono stati successivamente dimessi con prognosi rispettivamente di 7 e 5 giorni s.c.

 

Il carcere di Torino balzate  alle cronache nazionali di recente ha subito il cambio Verticistico della Dirigenza Penitenziaria e del Comando,ma nonostante ciò,continua a misurarsi con un dato statistico di oltre 1.000 mille detenuti contro una capienza largamente inferiore per posti letto.

Gravi le criticità che gli Uomini del reparto settimo del Carcere dove sono ristretti tutti i detenuti di tipologie sanitarie e giudiziarie delle diverse più alte pericolose situazioni tra cui i psichiatrici lottano tutti i giorni per mantenere ordine,disciplina e sicurezza con norme obsolete e con il rischio,come accaduto per i loro colleghi, di essere poi oggetto di attenzione esterna nonostante con coraggio e spirito di Corpo eseguono disposizioni delle competenti Autorità.

Mastrulli: Sotto gli occhi di tutti il fallimento della Sanità Penitenziaria  Riforma del 2008 trasferita alle Regioni e alle costituzioni delle REMS poco funzionanti,continuiamo ad ospitare detenuti ex OPG in carceri a regime ordinario quando questi soggetti”ammalati anche gravi” dovrebbero essere seguiti in appositi specializzate strutture sanitarie,ma questo non avviene e noi contiamo ad oggi per aggressioni circa  4.400 poliziotti feriti.

 

Mastrulli: La gente,l’opinione pubblica deve conoscere in quali condizioni operano i Baschi Azzurri della Polizia Penitenziaria con turni massacranti di 8 e 12 ore continuative,senza un ccnl da 19 mesi, con un contenzioso economico con l’amministrazione penitenziaria di mesi di arretrati FESI 2019 e 2020,con condizioni,come quelle denunciate con una recentissima missiva di disagio anche nella MOS MENSA OBBLIGATORIA DI SERVIZIO  a volte deprecabile e critica. Poliziotti senza nessun incentivo ulteriore professionale ed economico,un disagio lavorativo che segna la scarsa qualità della vita di queste Donne e Uomini  umili servitori dello Stato,quello stesso Stato che a volte dimentica i propri figli della patria che operano nelle trincee penitenziaria con 60.000 detenuti e solo 35.000 unità di polizia. Nessuna Pistola TASER, NESSUNA DIFESA QUANDO SI VIGILANO ANCHE 100 DETENUTI TUTTI LIBERI E TUTTI UNITI CON 1 SOLO AGENT:  Bonafede se ci sei,batti un colpo!

 

UFFICIO STAMPA FS-COSP

MASTRULLI

3355435878

cs carcere Torino duplice aggressione detenuto psihiatrico contro poliziotti penitenziari con prognosi gg. 12 . FS-COSP BONAFEDE SE CI SEI BATTI UN COLPO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *