parma

Mega rissa tra reclusi negli Istituti Penitenziari Reggio Emilia. Resta ferito anche un Vice Ispettore P.P. con 10 giorni di prognosi. MASTRULLI LEADER DELLA FS-COSP:con i 4.300 feriti “Siamo poliziotti,non carne da macello per galeotti”

Agli Organi di Informazione  –   Capo Redattori  Loro Sedi

Mega rissa tra reclusi negli  Istituti Penitenziari  Reggio Emilia. Resta ferito anche un Vice Ispettore P.P. con 10 giorni di prognosi.

MASTRULLI LEADER DELLA FS-COSP:con i  4.300 feriti “Siamo poliziotti,non  carne da macello per galeotti”                LA FS-COSP denuncia che nella giornata di domenica   30 agosto 2020 – notizia trapelata solo oggi –  verso alle ore 18:00, prima della chiusura   della  cd  vigilanza dinamica (detenuti con celle  totalmente aperte), un gruppo di utenti –  reclusi –  tutti  di  diverse nazionalità, per  diverbi  interni  ancora sconosciuti agli stessi inquirenti, ma probabilmente per supremazia tra di loro,  si  sono azzuffati,  scatenando  una mega  rissa all’interno della sezione del primo reparto detentivo.  Solo grazie a l’intervento della penitenziaria si e riuscito a ripristinare l’ordine e  sicurezza di tutto il reparto,per fortuna il personale non vi sono state conseguenze, ma ad avere la peggio è stato un detenuto di nazionalità africana che ha riportato una lezione al volto causata da arma rudimentale .      Purtroppo risalire agli organizzatori e alla esatta dinamica della rissa  è molto difficile, in quanto tutti i reparti detentivi della casa circondariale sono sprovvisti di video sorveglianza, in base alle nuove circolari sulla vigilanza dinamica,  l’addetto al controllo deve rimanere fuori dal reparto senza poter osservare l’andamento della vita quotidiana dei reclusi.  Invece nella giornata festiva di domenica 30 agosto u.s., la polizia  penitenziaria nel procedere  ad isolare tutti i facinorosi per  allontanarli dal reparto ordinario, ubicandoli in reparto ex art32, non contenti  degli spostamenti  verso la sezione ex art 32,si sono ribellati ed il poco personale di vigilanza al momento,  ha  anche  fare i conti con uno di questi soggetti sobillatori. A pagarne le conseguenze,come solitamente accade,  è stato il vice ispettore coordinatore del reparto di polizia penitenziaria che ha dovuto ricorrere alle cure mediche con una prognosi di 10 giorni s.c. per aggressione .  La Federazione Sindacale  Co.S.P. Coordinamento Sindacale Penitenziario Sicurezza e Difesa, lancia appello alle Autorità del  Dipartimento Roma e al Provveditorato Regionale A.P.  di Bologna , affinché si proceda,finalmente – attesi da tempo –  all’installazione di telecamere di video sorveglianza all’interno di tutti i reparti detentivi degli istituti penali di Reggio Emilia.                 Si richiede, inoltre, un incremento di personale almeno 70 unità,  soprattutto  sulla base di discutibili  distacchi di personale, in  uscita da Reggio Emilia,  cui si è proceduto discutibilmente in pieno piano ferie estivo dell’ultimo mese. Urgente nella sede Carceraria di Reggio Emilia, l’indizione di un  interpello provvisorio di un funzionario  del Corpo del Ruolo Commissario, per la gestione e il controllo  locale nucleo traduzioni piantonamenti,  secondo norme vigenti, al fine di  evitare quanto già  verificatosi in questo piano ferie, dove  risulta che  1 ( uno)   assistente capo  di polizia  è ritrovato a ricoprire le funzioni di coordinatore in violazione alle norme dettate dagli accordi vigenti DPR  254/99 e DPR 88/99 Regolamento del Corpo.,anche su questa la FS-COSP ha inoltrato specifica segnalazioni al Ministero e al PRAP Emilia Romagna senza ricevere ad oggi riscontro,ci troviamo di fronte a chi sostiene,amministrando le risorse umane : si esercita fedelmente la politica del prete e del sacrestano –   “ fai quello che dico io,non fare quello che faccio io”  . In chiosa, questa Federazione  Sindacale richiede la  chiusura del terzo reparto detentivo per la ristrutturazione dello stesso, allo stato privo di termosifoni e vetri alle finestre,con locali anneriti  dal fumo, oltre al settore  docce reclusi  con i rivestimenti  in ceramica divelti.                                           Tale stato perdura dal mese di marzo e non può persistere in virtù dell’approssimarsi dell’inverno.                     Ufficio  Stampa Nazionale  FS-Co.S.P.  Domenico Mastrulli    cell. 3355435878

Segreteria Regionale Emilia Romagna   SOVIERO Salvatore  cell. 3387190878

CS REGGIO EMILIA CARCERE – MEGA RISSA TRA DETENUTI STRANIERI CON 1 FERITO TRA LA POLIZIA PENITENZIARIA. FS-COSP INTERVENGA IL DIPARTIMENTO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *