tonelli -mastrulli

VISITA ISPETTIVA LUOGHI DI LAVORO E ASSEMBLEA GENERALE CON LA POLIZIA PENITENZIARIA A SULMONA GIOVEDI’ 30 LUGLIO 2020-CONFERENZA STAMPA ORE 15.45 PIAZZALE ESTERNO VITTIME DEL DOVERE CARCERE SULMONA CON ONOREVOLE GIANNI TONELLI DEPUTATO LEGA DI SALVINI E DOMENICO MASTRULLI SEGRETARIO GENERALE NAZIONALE FS-COSP

Agli Organi di Informazione –   Capo redattori  Loro Sedi

VISITA ISPETTIVA LUOGHI DI LAVORO E  ASSEMBLEA GENERALE CON LA POLIZIA PENITENZIARIA A SULMONA GIOVEDI’                   30 LUGLIO 2020-CONFERENZA STAMPA ORE 15.45 PIAZZALE ESTERNO VITTIME DEL DOVERE CARCERE SULMONA CON ONOREVOLE GIANNI TONELLI DEPUTATO LEGA  DI SALVINI  E DOMENICO MASTRULLI SEGRETARIO GENERALE NAZIONALE FS-COSP

MASTRULLI “  ALLARMANTE I DATI  PER LA CASA RECLUSIONE ALTA SICUREZZA DI SULMONA IN ABRUZZO,UN CARCERE DAL DIPARTIMENTO D ELL’AMMINISTRAIZONE PENITENZIARIA E DAL PRAP LAZIO LASCIATO IN TOTALE ABBANDONO SULLE RISORSE UMANE  STIMATE IN – 50 UNITA’”.

 

DENUNCIAMO ALLE ISTITUZIONI E ALLA STAMPA ,  LA GRAVE  SITUAZIONE ATTUALE DEGLI ORGANICI DI POLIZIA,  NON CORRISPONDENTE NEANCHE AL D.M. OTTOBRE 2017  e D.M. anno 2001, NONOSTANTE L’AUMENTO VERTIGINOSO DEI RECLUSI DI PARTICOLARE  SPICCATA CRIMINALITA’ E L’IMMINENTE APERTURA NUOVO PADIGLIONE DETENTIVO:

1.Commissari              previsti       4           assegnati       3            – 1                                                  2 . Ispettori                 previsti       21          assegnati     28           + 7                                                                                                 3. Sovrintendenti                   previsti  26     assegnati     22     tot .  – 4                                                                     4.Agenti /Assistenti  previsti  216 (  Assegnati    191 ) tot .   – 25, per un totale complessivo  244 .

FS-CO.S.P.  Inoltre, risulterebbero   circa  cinquanta (50) unità  assenti  dal servizio al momento ed  a vario titolo a fronte delle  191 unità in forza, una percentuale  molto alta, secondo il COSP , che  influisce chiaramente  negativamente sull’organizzazione  del lavoro e la pianificazione degli orari di servizio dei restanti colleghi,situazione maggiormente  acuita a seguito di improvvise assenze del personale per motivi di salute e  lunghe degenze, che hanno  nel  tempo  contribuito gravemente a penalizzare la carenza di personale.  Il caldo afoso di questi giorni  con l’attuazione del   piano  ferie estivo 2020, si registrerebbe   nei vari turni di servizio,  la scarsissima presenza di unità di polizia penitenziaria a presidio dell’Intera struttura e nei reparti dove 1 solo agente verrebbe costretto a vigilare più detenuti e reparti,situazione a discapito del le unità attualmente in servizio,che  oltre a svolgere già da molti mesi turni massacranti che vanno ben  oltre le dieci( 10) ore giornaliere rispetto alle 6 ore da CCNL art.15 DPR 254/99, vivono costantemente l’incubo di non poter  smontare dal servizio a fine turno, perché non vi è la possibilità di ricevere il cambio a causa della mancanza di unità di polizia . Da tempo ormai non riescono più a organizzare in tempo una propria vita privata  o familiare  a causa del fatto che i turni di servizio, che, per leggi e contratti, devono essere organizzati con la regola della mensilità, vengono  difatti esposti  la sera prima all’espletamento del  servizio  per  il giorno dopo.  In pratica un Operatore di Polizia Penitenziaria in servizio presso la Casa di Reclusione, non conoscerebbe il proprio turno di servizio da eseguire il giorno dopo se non la sera a tardissima ora e con notevoli difficoltà. Anche queste difficoltà nella organizzazione,pianificazione e gestione dei  servizi sono state più volte denunciate  dalla federazione Sindacale Co.S.P. , come  elevato disagio per il personale, segnalazioni che ad oggi  non hanno  trovato conforto o  riscontro.  L’età media dei Poliziotti della C.R. di Sulmona, ultra cinquantenni , molti  vicinissimi  anche alla pensione una valutazione che sembra non attecchire nelle difficoltà di chi gestisce il penitenziario. Le previsioni per i prossimi mesi determinano fortissime preoccupazioni nella Federazione Sindacale Co.S.P. , a causa dell’elevata media di età del personale in servizio presso questa CR sarà posto in quiescenza altro personale infine a partire dal  7 settembre 2020 e fino a tutto il 12 marzo 2021 ,ma come se non bastasse, ulteriori   26 unità oggi ancora  appartenenti al ruolo “Agenti Assistenti” saranno sottratte alla forza effettiva per la partecipazione ai corsi di  formazione e aggiornamento presso la SFAP Sulmonese per avanzamento alla qualifica  di Vice Sovrintendente assottigliando ulteriormente il numero della truppa . Oggi credo sia necessario fermarsi un attimo e riflettere su questi numeri che credo siano allarmanti dal punto di vista della sicurezza. Del resto  gli stessi numeri parlano chiaro, risulterebbe una gravissima carenza di Poliziotti se a ciò si aggiungono i libelli minimi e massimi secondo una Circolare DAP Roma del 2008 mai abrogata  sul rapporto 3 agenti 1 detenuto praticamente  30+20   per un totale di  -50  unità in meno rispetto alla  vecchia pianta organica del 2001, con questi  numeri, difficile poter sperare  in una ben minima  possibilità di poter svolgere il proprio  lavoro in sicurezza e dignità contrattuale – professionale. Attualmente il Penitenziario di SULMONA conta oltre 400(quattrocento) detenuti ristretti,con la prospettiva  prossima di nuovo padiglione detentivo in apertura sarebbe la catastrofe penitenziaria. Assente totalmente di iniziative il Provveditore Regionale del  Lazio, Abruzzo e Molise,oltre al Dipartimento Roma,  probabilmente dovuto all’estensione territoriale, ma questo lo abbiamo da sempre come FS-COSP denunciato ai vari Governi ,  Politici e Amministratori, senza mai ricevere la giusta attenzione. Enorme stress psicofisico e psicologico dei Lavoratori di Polizia, molte unità devono fruire delle ferie arretrati e tanti addirittura raggiungono un avanzo di  100 giorni paragonabili e tre mesi continuativamente fuori dal servizio .        “INVITO ALLA STAMPA E TV”

Per tutti  questi motivi, riuniti  sul Piazzale esterno del CARCERE DI SULMONA-  PIAZZALE VITTIME DEL DOVERE  –  CON LA PRESENZA DELL’ONOREVOLE GIANNI  TONELLI DEPUTATO DELLA LEGA PER SALVINI PREMIER E CON  DOMENICO MASTRULLI SEGRETARIO GENERALE NAZIONALE FS-COSP PER DENUNCIARE L’ABBANDONO DEL DAP E DEL PRAP LAZIO VERSO I PROPRI UOMINI E LE DONNE,TUTTI, ONESTI SERVITORI DELLO STATO,OGGI SACRIFICATI  SULL’ALTARE DELL’INDIFFERENZA,  LASCIATI NELLE PRECARIETA’ DEL PROPRIO  LAVORO, NELLA IN-SICUREZZA  CONTRATTUALE,PRIVATI  DEI DIRITTI COSTITUZIONALI:   GIOVEDI 30 LUGLIO 2020 ORE 15,45 CONFERENZA STAMPA E POI  ALLE ORE 16.00, E’ STATA INDETTA PER DOMANI, UNA  ASSEMBLEA GENERALE  SINDACALE STRAORDINARIA CON I LAVORATORI DEL MONDO DELLE DIVISE.                                                                Ufficio Stampa Nazionale FS-Co.S.P.                

                                                                                                                                          Domenico Mastrulli    cell. 3355435878

Agli Organi di Informazione Loro Sedi – CARCERE SULMONA DOMANI GIOVEDI’ 30 LUGLIO 2020 ISPEZIONE,CONFERENZA STAMPA E ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA POLPEN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *