inps

CARCERE DI FOGGIA, RIPRENDONO LE AGGRESSIONI AI DANNI DELLA POLIZIA PENITENZIARIA DA PARTE DEI RECLUSI, 2 ASSISTENTI DI POLIZIA FINISCONO IN OSPEDALE CON PROGNOSI DI 7 (SETTE) GIORNI A TESTA COLPITI DA UNO SGABELLO SULLE MANI.

                                                                                                  Comunicato stampa

                                                                                              LUNEDI’  29 Giugno 2020

 

CARCERE DI FOGGIA, RIPRENDONO LE AGGRESSIONI AI DANNI DELLA POLIZIA PENITENZIARIA DA PARTE DEI RECLUSI, 2 ASSISTENTI DI POLIZIA FINISCONO IN OSPEDALE CON PROGNOSI DI 7 (SETTE) GIORNI A TESTA COLPITI DA UNO SGABELLO SULLE MANI.

  SOLIDARIETA’ VIENE ESPRESSA AGLI AGENTI FERITI DALLA FEDERAZIONE SINDACALE COSP COMPARTO SICUREZZA E DIFESA

 

 

FS-COSP sarebbe accaduto qualche ora fa nei reparti detentivi della  prima dx. 2 Psichiatrici dove sono allocati quattro tra i più considerati pericolosi dei detenuti in osservazione.

Verso le ore 12,00 circa mentre espletavano il proprio turno di servizio nel reparto gli Assistenti P. F. e B.V. sono stati violentemente insultati e poi con uno sgabello sono stati ripetutamente colpiti dal detenuto di nazionalità EGIZIANA H. A. ristretto in quel reparto,per futili motivi.

 

Tempestivo e immediato l’intervento dei colleghi che ha evitato il peggio mentre il recluso continuava ad accanirsi prima contro uno dei poliziotti e,poi,successivamente anche contro il secondo poliziotto colpendoli alla mano dx in quanto hanno tentato di scansarsi dal vile attacco e dallo sgabello di legno in dotazione al recluso nella stanza,che cercava di colpirli al volto.

Dopo la rivolta di Marzo il carcere di FOGGIA è ritornato a salire come numero di popolazione tanto che ad oggi si registrerebbero circa 480 detenuti contro una capienza di 340 posti letto,mentre il personale di Polizia penitenziaria,nonostante le vane discutibili promesse del vertice Politico,del Vertice Dipartimentale e Provveditorato Regionale, sono ancora in sofferenza di circa 50/60 unità della Polizia Penitenziaria maschile tanto che i turni sono ancora su tre quadranti ad otto ore contro le sei ore giornaliere e il monte ore di straordinario mensile per singolo poliziotto lievita di giorno in giorno con un carico eccessivo di postazioni da vigilare oltre ogni tollerabilità umana.

Il carcere di FOGGIA dopo quattro mesi circa (Marzo/Giugno), è ancora senza un Comandante Titolare essendo il precedente trasferito in altra regione d’Italia e con un direttore non stabilmente tutti i giorni  presente nella sede di FOGGIA.

FS-COSP siamo stati l’unica sola Sigla a manifestare a Roma in Piazza Montecitorio a Luglio scorso,siamo la sola sigla ad aver attenzionato la questione di FOGGIA ai vertici dell’Amministrazione e continuiamo ad essere la sola sigla a reclamare maggiore attenzione sul penitenziario di FOGGIA con un direttore e comandante fisso tutti  i giorni,ce lo chiedono i nostri Associati,così come a reclamare un invio di almeno 50/60 agenti per la grave carenza di personale nei reparti ancora vistosamente avvertito.

Mastrulli “ siamo poliziotti e non carne da macello per galeotti”,il numero degli Agenti feriti nelle prigioni Italiane sale di giorno in giorno se non di ora in ora siamo a quota 4.2100 feriti,Foggia porta ancora il danno economico sembra  di oltre 1milione di euro che difficile trovare chi pagherà tutti i danni della recente rivolta e delle 77 evasioni(sic.?)

UFFICIO STAMPA NAZIONALEFS-COSP

MASTRULLI 3355435878

CS CARCERE DI FOGGIA DUE 2 ASSISTENTI DI POLIZIA IN OSPEDALE PER SUBITA DIUPLICE AGGRESSIONE DA DETENUTO EGIZIANO

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *