strage ortanova

CARCERI FS-CO.S.P. IN SOLO 24 ORE, DRAMMA SU DRAMMA CON DUE (2) SUICIDI NELLA POLIZIA PENITENZIARIA TRA PIACENZA E ORTANOVA IN PROVINCIA DI FOGGIA E CINQUE SONO I MORTI ( COMPRESO L’ULTIMA VICENDA CON MOGLIE E 2 FIGLIE DELL’ULTIMO EVENTO IN PUGLIA CHE SI MACCHIA DEL SANGUE DEGLI INNOCENTI).

CARCERI FS-CO.S.P. IN SOLO 24 ORE, DRAMMA SU DRAMMA CON DUE (2) SUICIDI NELLA POLIZIA PENITENZIARIA TRA PIACENZA E ORTANOVA IN PROVINCIA DI FOGGIA E CINQUE SONO I MORTI ( COMPRESO L’ULTIMA VICENDA CON MOGLIE E 2 FIGLIE DELL’ULTIMO EVENTO IN PUGLIA CHE SI MACCHIA DEL SANGUE DEGLI INNOCENTI).
.A darne notizia è il segretario generale nazionale della federazione sindacale Co.S.P. – Coordinamento Sindacale Penitenziario – leader del movimento Domenico Mastrulli: che rispondendo alle domande riferisce : “Restiamo sbigottiti di fronte a queste agghiaccianti notizie delle ultime ore che ci lasciano senza parole, possiamo solo ricordare i 53anni di quest’uomo, e i circa 30 anni di lavoro al servizio della polizia penitenziaria. L’omicida suicida prestava servizio nel Carcere di FOGGIA,impiegato al Vecchio reparto delle attività e operazione detentive dove effettuava vigilanza e sicurezza con grande scrupolo e rispetto della vita umana anche se verrebbe segnalato dagli stessi colleghi tipo molto riservato ”. “ “Da tempo – sottolinea Mastrulli – denunciamo la totale assenza delle Istituzioni e le criticità presenti nei 196 penitenziari italiani con i loro 61mila detenuti. Le carenze strutturali, i turni massacranti in violazione art.15 CCNL DPR 51/2009 e succ. che vengono programmati sistematicamente su 8 ore e anche su 12 ore quando trattasi di servizi armati e di vigilanza piantonamenti e traduzioni, il noto sovraffollamento delle carceri ,l’eccessivo carico di lavoro più reparti e sezioni su un solo agente e la mancanza delle oltre 12mila unità nella Polizia Penitenziaria dimostrano come gli ambienti di lavoro ,pur non collegandolo a quanto accaduto con grande rispetto istituzionale sugli Investigatori e la Magistratura Inquirente, potrebbero incidere,in qualche modo, pesantemente sulla vita delle persone. Nei penitenziari dell’ Emilia Romagna (Piacenza) , ma anche in quello della Puglia e Basilicata,come nella vicina Sicilia e Calabria e dai riflettori accesi sulle ultime ore in particolare in quello di FOGGIA dove prestava servizio l’omicida, suicida – aggiunge il segretario generale nazionale della Federazione Sindacale Co.S.P. – c’è grande attenzione. Pertanto – continua Mastrulli – “chiediamo al Ministro della Giustizia ALFONSO BONAFEDE, al Capo Dipartimento Pres. FRANCESCO BASENTINI cosa è stato fatto in questi ultimi anni e mesi alla luce dei circa 140 suicidi solo nella Polizia Penitenziaria e ai numerosi suicidi degli ultimi due anni, una decina in tutta Italia. Ci dicano dove sono i centri per l’ascolto esterni specializzati che si sarebbero dovuti attivare per contrastare il fenomeno dei suicidi”. MASTRULLI chiede l’apertura di un urgente Tavolo Nazionale Interforze sul fenomeno “suicidi” e chiede la convocazione nazionale dove la Federazione Sindacale Co.S.P. possa partecipare, offrendo il proprio contributo per conoscenza storica nel settore, fornendo nella circostanza, spazi di dialogo e proposte all’increscioso crescente fenomeno suicidiario,ma tra ieri e oggi, piangiamo le nostre vittime e i loro familiari ,a loro volta, vittime delle vittime.
Ufficio stampa nazionale FS-Co.S.P.
Domenico MASTRULLI recapito 3355435878

CS CO.S.P. BIS DUPLICE SUIICIDIO NELLE FORZE DELL’ORDINE . PIACENZA E ORTANOVA -FG –

ORTANOVA1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *