giudice

DENUNCIATO PER ATTIVITA’ ANTISINDACALE IL CONSORZIO BAT DELLE GUARDIE RURALI DI TRANI. MASTRULLI,ATTO DOVUTO MA SOFFERTO NELL’INTERESSE DEI LAVORATORI CHE DA ANNI ATTENDONO UN CCL ED UNA DIGNITA’ DI VITA LAVORATIVA CHE DA TEMPO MANCHEREBBE.

News Jnforma24ore FS -CO.S.P.

SETTORE PRIVATO-COMMERCIO :
COMUNICATO STAMPA
La federazione Sindacale CO.S.P. Settore Commercio e Privato ha appena adesso ultimato la denuncia vs il Consorzio delle Guardie Campestre BAT sede di Trani, denuncia ex art.28 Statuto dei Lavoratori per presunto atteggiamento antisindacale nel tempo concretizzatosi con una serie di riscontri e azioni contro la FS-COSP ed i propri associati lavoratori dipendenti del Consorzio delle Guardie Campestre di Trani.
Lo abbiamo fatto dopo una attenta e sofferta valutazione non essendo abituati a rivolgerci di primo acchitto alla magistratura del lavoro . Lo abbiamo fatto dopo aver atteso oltre 250 giorni dalla richiesta di avvio delle procedure negoziali per un contratto del lavoro scaduto nel lontano 2008-2010 (dicembre 2013 dopo la prima riconferma).
Lo abbiamo fatto dopo almeno una serie di DIFFIDE Sindacali e Legali, lo abbiamo fatto dopo aver subito l’onta della sospensione di marzo 2019 delle deleghe sindacali atto gravissimo da parte del Consorzio che ne risponderà direttamente al Giudice del Lavoro anche se poi hanno riattivato le deleghe ma resta il concretizzarsi dell’azione antisindacale grave. Lo abbiamo fatto dopo le manifestazioni del 31 maggio 2019;10 e 11 luglio 2019 con tre giornate di SCIOPERO GENERALE due sit-in uno dinnanzi alla Prefettura e incontro con il Prefetto di barletta e l’altro a Roma in Piazza Montecitorio richiamando l’attenzione del Ministro del lavoro e quello dell’Interno sui Consorzi delle Guardie Campestre. Lo abbiamo fatto dopo una serie di assemblee e riunioni ,dopo varie votazioni all’unanimità e richieste condivise della base dei Lavoratori, lo abbiamo fatto per un principio semplice che si chiama: LEGALITA’,DEMOCRAZIA,COSTITUZIONE E DIRITTI DEI LAVORATORI. Lo abbiamo fatto al fine di mettere la parola fine all’attesa di chi probabilmente si sente ancora oggi autorizzati dalla politica del non fare rispetto a quello del fare.
Certo, una riflessione su tutto va fatta, la colpa più grave ricade su quelle Sigle Sindacali all’epoca firmatarie e nel tempo oziose su se stesse con grave nocumento sui diritti di progressione di carriera, economici contrattuali e della formazione degli AGENTI DELLA SICUREZZA AGRICOLA RURALE DELLA BAT.
Dovevamo chiarire e lo abbiamo pubblicamente fatto, ai posteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *