VASTO1

CARCERE TURI DI BARI, IL CO.S.P. DENUNCIA PROFONDA VIOLAZIONE NORME COSTITUZIONALI art. 3 E CONTRATTUALE ARTICOLO 15 CCNL DPR 164/2002 – 51/2009 ORARIO DI LAVORO. DALLE 16,00 DEL 30 LUGLIO E FINO ALLE ORE 8 DI OGGI 31 LUGLIO, SCORTA POLIZIA PENITENZIARIA PER PIANTONAMENTO DETENUTO IN OSPEDALE CIVILE ESTERNO,MENTRE NEL CARCERE A TURI 1 SOLO AGENTE HA DOVUTO CONTROLLARE CIRCA 130 RECLUSI.

CARCERE TURI DI BARI, IL CO.S.P.  DENUNCIA  PROFONDA VIOLAZIONE NORME COSTITUZIONALI art. 3 E CONTRATTUALE  ARTICOLO 15 CCNL DPR 164/2002 –  51/2009 ORARIO DI LAVORO.  DALLE 16,00 DEL 30 LUGLIO E FINO ALLE ORE 8 DI OGGI 31 LUGLIO,  SCORTA POLIZIA PENITENZIARIA PER PIANTONAMENTO DETENUTO IN OSPEDALE CIVILE ESTERNO,MENTRE NEL CARCERE  A TURI  1 SOLO AGENTE HA DOVUTO CONTROLLARE CIRCA 130  RECLUSI.

FS-COSP  sarebbe stato mantenuto senza alcuna interruzione o cambio della Guardia presso l’Ospedale civile esterno,un piantonamento di un detenuto ricoverato dalle ore 16,00 di ieri 30 luglio 2019 e fino alle ore 8 di questa mattina, i tre poliziotti sono rimasti ininterrottamente in servizio quando il modello organizzativo sulle traduzioni e sui piantonamenti in luoghi di  cura esterni ospedale civile di reclusi preveda,  tassativamente turni di servizio che non vadano oltre le sei ore ai sensi dell’articolo 16 del CCNL DPR 164/2002 e 51/2009,per poi constatare che quotidianamente nel Nucleo Traduzioni di mattina 11 persone restano al comando anche senza operazioni esterne.

E’ capitata a TURI DI BARI  dove sguarnite tutte le sezioni detentive l’intero Carcere sarebbe stato poi lasciato nella vigilanza,nella custodia e nella sicurezza di pochissimi uomini se non di un solo agente che ha dovuto controllare tre,quattro e cinque reparti contemporaneamente,svolgendo anche funzioni di capoposto e sorveglianza generale del più storico Istituto di pena della repubblica dove è stata sede di reclusione del già presidente della Repubblica Pertini,chissà che avrebbe detto proprio il Presidente se ancora in vita(?)

FS-COSP, eppure nella nota visita in puglia appena insediato a Capo del Dipartimento il Presidente Francesco BASENTINI aveva assicurato ai Sindacati che lo “accolsero” con striscioni e fiori nei cannoni sindacali,che “non ci avrebbe lasciato soli”(Sic.?),da qul giorno non si è capito più nulla in puglia e Basilicata,personale abbandonato e sotto ridimensionato negli organici ne mancherebbero circa 1.000 a fronte delle attuali 2.200 unità, il sovraffollamento è cresciuto dei galeotti  nel tempo da 2.400 ha raggiunto limiti storici di 4.400 Puglia e Basilicata su 12 strutture, carceri che  vengono vigilate e controllate nelle ore pomeridiane,serali,notturne e festivi,  da un pugno di uomini che a volte si contano sulle dita di una mano,che dire,siamo alle pezze ma non riconoscono i sacrifici dei tutori dell’ordine e della Sicurezza delle Carceri.

Ieri a Matera un violento  maldestro tentativo da parte di un detenuto di  gettito di olio bollente contro un poliziotto, sventato grazie alla professionalità e al coraggio dei pochissimi uomini e donne in servizio, poliziotti,insomma di tutto e di più ma la dirigenza nazionale al centro e in periferia sembra puntualmente venir meno dai proprie responsabilità. Tutto questo la FS-COSP lo ha denunciato pubblicamente nella recente Manifestazione Nazionale in Piazza Montecitorio a Roma sotto il Parlamento Italiano con oltre 600(seicento)manifestanti solo alcuni giorni fa,ma il Ministro è sereno(?)Le aggressioni contro i Poliziotti sono aumentate a 2.700 in Italia su 197 carceri ,come in Puglia e Basilicata e i tentativi di  suicidi,anche. Ufficio Stampa Nazionale  FS Co.S.P.

MASTRULLI 3355435878

CS CARCERI POLIZIOTTI EFFETTUANO TURNI DI 16 OPRE CONMTINUATIVE SENZA CAMBIO E’ ACCADUITO ALLA SCORTA DI TURI MENTYRE IL CARCERE 1 SOLO AGENTE VIGILAVA 130 RECLUSI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *