Black smoke bilows from the chimney of the Sistine Chapel at the end of Conclave First Day in Vatican, 12 March 2013. Black smoke means that Cardinals had not yet chosen a new pope.               ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

ORGANICI POLIZIA PENITENZIARIA E INCONTRI AL DAP. 3^ FUMATA NERA!

            Ai Colleghi del Cosp  e alle Signore  Colleghe Cospiane d’Italia                                                                                                  

Ai Segretari Nazionali,Regionali,Provinciali e Territoriali d’Italia FS-COSP                                                              LORO SEDI

 

DOTAZIONE ORGANICI  PERSONALE CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA

                          III^ FUMATA NERA  del 15 Luglio 2019

(citazione del saggio: Mentre il Medico studia – Parte P.  e Sindacati,l’Ammalato muore – lavoratori  Penitenziari)

In serata  di lunedì 15 luglio 2019  giunge notizia che  è  stata  conclusa l’ennesima riunione tra  il Capo del  DAP,sembrerebbe   in video conferenza – troppo  impegnato a salutare detenuti in sommossa che poliziotti  ridotti all’osso –  sul tema delle dotazioni del Corpo di Polizia penitenziaria e visto l’ arenato  avanzamento del confronto tra chi rappresenta l’amministrazione e chi crede di rappresentare i dipendenti,  vi forniamo noi della Federazione Sindacale CO.S.P.  alcune  informazioni che possono fare forse  comprendere la difficoltà  di quello  che viene svolto al tavolo dap.

Sulle vantate discutibili  ipotesi elaborate dal Gruppo di Lavoro  costituito da Basentini (attendiamo sempre di conoscere chi gli ha suggeriti i nomi dei componenti che nelle carceri non hanno mai lavorato realmente)  starebbero  lavorando,  convincendo anche le Sigle Sindacali in queste  probabilmente chi rappresenta il sindacato rappresentativo non essendo poliziotti penitenziari,alcuni di loro, sembra che  ne sappiano  meno dei componenti stessi del tavolo dell’amministrazione,  per la totale estraneità alle criticità dirette del “carcere”  andando verso l’ipotesi prospettata “nell’Ideal Test” che affronterebbe,alla Inglesina,un pseudo  ripristino della dotazione generale del Corpo antecedente alla Legge Madia pur vantando,al momento a parole,dicono, risultati più ampi che riconoscano  la compatibilità tra Organico di Personale e nuovi servizi, nuove Strutture, garanzia dei diritti del Personale(Sic.?)

Riepiloghiamo  alcuni numeri essenziali,ma sono solo numeri  gettati sul tavolo della discussione e non della realtà carceraria:

–  D.M. del 22 marzo 2013 sancisce che il Corpo di Polizia Penitenziaria doveva disporre di n. 45.121 unità di Personale;

– La  Legge ex Ministra  Madia, D.M. del 2 ottobre 2017  farebbe arretrare l’organico del Corpo  a n. 41.202 unità di cui   37.181 tra Istituti  e NTP, n. 2631 al Settore Extramoenia, n. 1390 al DGMC.

– Proposta attuale riferito al  modello “medium test” indica in  37.740 unità la dotazione per Istituti ed NTP, mentre il modello “Ideal Test” ne indica n. 43.996 (queste ipotesi sempre limitatamente a Istituti + NTP). CHE DIRE A LOR SIGNORI PIACE PARLARE IN INGLESE, I POLIZIOTIT NELLE CARCERI SONO QUELLI A FARCI LE SPESE!

Pur valutando nuovi  criteri per determinare nuovamente e forse anche ridurre  le dotazioni del Corpo anche in altri servizi quali ad esempio le sedi  (Extramoenia e DGMC ) dovranno produrre un incremento di previsione teorica e quindi l’effetto che il Corpo di Polizia Penitenziaria sarà quello di prevedere un Organico superiore ai tagli di spesa della legge Madia,pur nella definizione delle dotazioni delle Scuole, dei Nuclei Aeroportuali dei Nuclei presso le sedi Giudiziarie e Reparti specialistici,di cui sarebbe meglio il rientro ai servizi istituzionali del Corpo.

In attesa  che Bonafede finisca i propri link e video come  Ministro della Giustizia intervenga sul  Governo in  Parlamento per decidere  con  responsabilità di far ridistribuire con più oculatezza del passato l’organico previsto dal D.M. 2017 delle 41.202 unità,si andrebbe ad un ulteriore organico di  3.000 unità che già mancano ad oggi le cui ricadute appaiono pesantemente solo sulle spalle dei poliziotti nelle 196 prigioni d’Italia non certo su quelle dei sindacalisti politichesi.-  Chiaro che nessuno di questi soggetti ha ben a mente che solo con un  piano straordinario di assunzioni  di circa 10.000 unità quello che oggi manca alle 34.000 operativi in servizio di cui 7.000 negli uffici ed extramoenia e che  non si limiterebbe, come in questi giorni accade,alla copertura del turn over del personale che cessa dal servizio.  Intanto negativamente  registriamo la 3^ (terza) riunione, la Terza fumata nera!!!!

MASTRULLI FS-COSP:… “ QUANTE ALTRE RIUNIONI E,  QUANTI ALTRI PERMESSI SINDACALI SI DOVRANNO IMPIEGARE, SINDACATI E PARTE PUBBLICA, MENTRE TUTTI  NOI OPERIAMO CON SOFFERENZA E CRITICITA’ CONTINUE NELLA  TRINCEA AL  FRONTE DEL  BUIOLO CARCERARIO(?)””!

news 16 luglio 2019 3 fumata nera sugli organici e il popolo nelle carceri soffre e patisce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *