jnfospiacosp

VERITA’ IN VERITA’ NON SOLO SPOT POLITICI SUGLI ORGANICI DELLA PENITENZIARIA,SIAMO A MENO -12.000 E LORO USANO IL TRIONFALISMO DA “CAMERA”.

NEWS FS-CO.S.P.

ASSEGNAZIONE NEO AGENTI CORPO POLIZIA PENITENZIARIA.

INCAUTO VANTO POLITICO PER LE ASSEGNAZIONI DEGLI AGENTI NELLE PRIGIONI D’ITALIA,TUTTI SALGONO SUL CARRO DEI VINCITORI SAPENDO CHE QUEL CARRO E’ SENZA RUOTE!

Questo il posto che leggiamo sulle pagine dei due schieramenti Politici di Governo, chi tira la giacca da un lato salendo sul podio dei vincitori quali protagonisti delle assunzioni, chi lo fa dall’altra parte, ma entrambi gli schieramenti sbagliano anche nei numeri, tanto che in Puglia e Basilicata portano 97 unità, quando nella realtà, anche di poco sarebbero 106 (50 uomini 56 donne) sempre troppo pochi per l’apertura in Puglia tra Lecce-Taranto e Trani di 3 reparti detentivi di ulteriori 200 per padiglioni di detenuti e Foggia che raccoglie 640 reclusi conta una carenza di Poliziotti di 80 unità, chi lo spiegherà ad avventurieri politici e incauti Senatori della nostra beneamata Repubblica che la coperta è sempre corta a furia di tirarla l’hanno rotta!
..” 1162 nuovi agenti di Polizia penitenziaria saranno operativi dal 31 luglio, altri 1300 sono in via di assunzione. Grazie al Ministero della Giustizia. Il nuovo personale sarà impiegato in tutta Italia, nello specifico i nuovi agenti saranno suddivisi in questi provveditorati: Torino 111 unità, Padova 113, Milano 115, Bologna 132, Firenze 91, Roma 174, Napoli 41, Bari 97, Catanzaro 86, Palermo 123, Cagliari 77.
Non si era mai visto nella storia di queste assegnazioni nella Polizia Penitenziaria di tanti spot politici fini a se stessi, nessuno dice però che nella Penitenziaria solo mancano 12.000 unità di polizia Penitenziaria e 4.000 Funzioni Centrali tra contabili, operatori, funzionari e pedagogia, che i turni sono ancora su tre quadranti per i poliziotti ad otto e dodici ore di lavoro e che occupano tre, quattro, cinque ed anche sei postazioni contemporaneamente e che non hanno neanche il tempo di andare in bagno per esigenze fisiologiche umane.
Spiace che chi un tempo non troppo lontano forse si interessava di sbarre ma oggi dimentica il colore delle sbarre e la sofferenza di chi in quei luoghi vigilando patisce!
Per le ulteriori 1.300 unità da assumere, basterebbe guardarsi i dati dei pensionamenti mensili e annuo per comprendere che non sono che una piccola boccata d’aria in una presa di ossigeno ciclonico, secondo i dati ogni anno sono da 1.800/2.500 unità tra riformati, dispensati e in quiescenza: BASTERANNO 1.300 UNITA’ COME PAVENTATO DAL MINISTRO(SIC.?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *