MIMMO

NELLA VITA COME NEL SINDACATO CI VUOLE ORGOGLIO E CORAGGIO E NOI DELLA FS COSP LO DIMOSTRIAMO 365 GIORNI ALL’ANNO. ECCO LE RAGIONI DEL NOSTRO PUBBLICO NAIZONALE DISSENSO DA PORTARE IN PIAZZA MONTECITORIO SOTTO IL PARLAMENTO ITALIANO IL 10/07/2019 ROMA

news FS-CO.S.P. Comparto Sicurezza e Difesa, Comparto Funzioni Centrali ed Enti, Settore Privato.
NOI DELLA FS-COSP IL 10 LUGLIO 2019 ORE 9.30 SAREMO IN PIAZZA MONTECITORIO A ROMA SOTTO LE FINESTRE DEL PARLAMENTO ITALIANO A SVEGLIARE I POLITICI DAL SONNO DELLA NON CURANZA DEI DIRITTI DEI LAVORATORI EX CRI, GUARDIE RURALI,POLIZIA PENITENZIAIA E LO FAREMO ANCHE DENUNCIANDO….”
Situazione sempre più difficile nelle carceri , suicidi aggressioni evasioni droga telefonini, le ultimissime
Giorni roventi nelle carceri italiane , due suicidi , un detenuto 40enne, nella casa di reclusione di Brucoli, ad Augusta si e’ tolto la vita, a Poggioreale altro suicidio di un 36enne, poi le aggressioni a Vasto nella Casa Lavoro, tre agenti di Polizia penitenziaria sono stati aggrediti da un detenuto ,l’Evasione clamorosa di TRAPANI, le aggressioni di quasi 8 poliziotti in due diverse situazioni a Foggia, le minacce contro gli Operatori della Sicurezza a Lecce, a Trani, a Bari e Taranto tentata evasione a Venezia, sventata dalla Polizia penitenziaria, rinvenimento di sostanza stupefacente, telefonini in cella , risse , insomma situazione rovente negli istituti della nazione, tra sovraffollamento e carenza di 12.000(dodicimila unità) di personale , nonostante gli sforzi da parte dell’amministrazione che con continui incontri con le organizzazioni sindacali e il Gruppo di esperti su piante organiche e eventi critici in ambito penitenziario ma la situazione resta tesa, ancora lontana da una soluzione , l’impressione di questa Segreteria Generale che la situazione carceraria e’ una bomba ad orologeria , nei giorni scorsi dopo la rivolta di Poggioreale abbiamo richiesto un intervento politico in aula alla Camera dei Deputati, attendiamo risposte concrete , e soprattutto fatti , quelli che ormai da troppo tempo aspetta il Personale di Polizia penitenziaria , stanco , sempre piu’ provato e alla ricerca di un identita’ e soprattutto di una serenità ormai smarrita
La denuncia arriva dalla Segreteria Generale Nazionale della F-S- CO.S.P.
Polizia penitenziaria Rinviene due telefoni cellulari
Due telefoni cellulari sono stati rinvenuti dal personale di Polizia penitenziaria in servizio nella Casa Circondariale di Borgo San Nicola a Lecce. I due apparecchi erano stati abilmente occultati nei pacchi che i familiari consegnato ai detenuti , l’azione pero’ non e’ sfuggita all’attento controllo del personale di Polizia penitenziaria che scopre il tentativo di introduzione di oggetti non consentiti all’interno dell’istituto.
Provveditori che non si attivino nelle profondità delle criticità delle loro stesse Carceri che gestiscono direttamente sotto la propria responsabilità ci indica la strada del commissariamento dei PRAP e la contestuale affidamento ai Prefetti nelle singole Province delle Carceri Italiane.
Per tutto questo, ed anche per questo, per il TFR/TFS della Croce Rossa Italiana, per il mancato rinnovo contratto in sede Territoriale nel privato delle Guardie Campestri da quasi 9 anni, ci impone di scendere in Piazza richiamando la Politica e il Governo ai propri doveri di ispettivi e legislativi quali il richiamo alla Pubblica Amministrazione dello Stato del rispetto dell’articolo 3,21,39,97 della Costituzione Italiana e dello Statuto dei lavoratori art.19 comma 1,2 lett. a)b) legge 300/1970. TUTTI MERCOLEDI’ 10 LUGLIO P.V. A ROMA PIAZZA MONTECITORIO CON LA FS-COSP E IL SUO LEADER DOMENICO MASTRULLI!

ROMA1EX DIPENDENTI DELLA CROCE ROSSA ITALIANA-1 (1)manu2019COSPROMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *