MARTBEC

PROVVEDITORI PENITENZIARI IN MOVIMENTO… FIRENZE, NAPOLI E CALABRIA

MARTBEC

Ad integrazione della nostra anticipata e realizzatasi Mobilità Nazionale die Dirigenti Generali d’Italia degli istituti e Uffici Penitenziari della Nazionale che qui trovano piena e concreta conferma,  alla movimentazione si aggiungono le sedi di FIRENZE con l’arrivo del Dottor Gianfranco DE GESU dalla SICILIA sostituito dalla dottoressa CALANDRINO CINZIA dal Lazio, Abruzzo e Molise;  del Dirigente Generale dottor ANTONIO FULLONE  dalla sede di FIRENZE scende e si avvicina alla sede della Campania NAPOLI in sostituzione del Dirigente generale dottor GIUSEPPE MARTONE che tra pochi giorni assumerà la Titolarità della Regione PUGLIA e BASILICATA in sostituzione del Dir. Gen. dottor Carmelo CANTONE che andrà invece nella sede del LAZIO a ROMA e che si occuperà del LAZIO, ABRUZZO e MOLISE in sostituzione della Dottoressa  CALANDRINO CINZIA ed infine, del  dottor LIBERATO che dal Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta scenderà nella sede della CALABRIA ad occupare la originaria sede dell’attuale Direttore Generale del personale e delle Risorse dottor MASSIMO PARISI.

Ma già si parlerebbe delle prossime nomine e sarebbero il dottor SILVIO DI GREGORIO, attuale direttore del carcere di OPERA MILANO in Lombardia   per la Dirigenza Generale ed a seguire del Dottor GIACINTO SICILIANO  attuale Direttore del famoso Istituto penitenziario più antico d’Italia MILANO SAN VITTORE. Restano le probabilità per questi ultimi di poter  occupare la sede del PRAP di PADOVA DOTTOR SBRIGLIA  per la prossima imminente quiescenza dell’attuale Dirigente Generale.

Come sempre solo la FEDERAZIONE SINDACALE CO.S.P. COORDINAMENTO SINDACALE PENITENZARIO è in grado di anticipare le quasi ufficiali notizie delle movimentazioni….

CON GLI AUGURI DELLA FS-COSP AI DIRIGENTI GENERALI PER LE SEDI DI PROSSIMA IMMINENTE  OCCUPAZIONE NELLA SPERANZA CHE DIALOGO,CERTEZZA COSTITUZIONALE E DIRITTO DEL LAVORO FAVORISCANO  IL PRINCIPIO BASILARE DELLA COMUNICAZIONE E DELL’ISTITUZIONALITA’ NEL RISPETTO DELLO STATUTO DEI LAVORATORI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *