pazz u padron

AL DAP ..forti con i deboli e deboli con i forti.. AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA AVVIA PROCEDURA REVOCA n. 14 LEGGE 104/92

News Federazione Sindacale Co.S.P.

A Napoli così la raccontano……

” È asciuto pazzo ‘o padrone”!!!!

Una mattina mi son svegliato ed ho trovato…..bella ciao,bella ciao,bella ciao….
I FATTI: oggi al Carcere di Turi in Puglia,ma la situazione sembra essere di orientamento nazionale, sarebbero arrivate quattrodici (14) provvedimenti dal ministero della giustizia che di (in)giustizia ne vediamo in tante,dove,udite,udite,udite: chiedono ai dipendenti che hanno perso la legge 104 delle giustificazioni e/o osservazioni da produrre al fine di una succesisva discutibile valutazione se poter continuare a rimanere nella sede stessa di servizio (TUR) o essere trasferiti nell’ultima sede da dove sono usciti.
Tutti sapevamo ,almeno credo, che la legge citata(104/92) farebbe riferimento ai nuovi trasferimenti,praticamente quelli disposti dall’anno 2012 in poi dove era specificato trasferimento legge 104 ma con un determinato articolo forse,forse il 73 (sic.?) che a sua volta farebbe riferimento a specifica nella ipotesi di perdita del beneficio legge 104/92 artuclo 33 comma 3 e 5 il dipendnete doveva rientrare in sede precedentemente acquisita prima della legge in parola , nella propria sede di origine.
Oggi,come d’incanto, dal DAP a TURI e non solo TURI,lo ripetiamo, sarebbero giunti ad interpellare con osservazioni persino persone(Polizia Penitenziaria e forse anche i Civili) che avrebbero,nel tempo perso i requisiti richiesti dalla legge di trasferimento,anche quelli che risalgono a 20 anni fa dando dei ristretti tempi di comunicazione, ossia, entro 30 giorni che hanno perso il disabile…
Assurdo,discutibile,inappropriato poter pensare che trascorso anche i 60 giorni dall’invito adempiere, non avendo dato alcuna risposta , legge 241/90,prevale la cosiddetta legge del tacito assenso(Sic.?)
Come può ricordarsi o risvegliarsi oggi l’amministrazione che in lungo e in largo,anche con la colpevole complicità dei Sindacati Raopresentativi firmatari dell’immonnezza disposizione delle “SANATORIE” oggi pretendere che anche dopo 20 anni e anche oltre un dipendente ha perso il disabile è solo adesso ,a distanz adi 20 anni, il dipendente in assenza di legittime documentazioni e motivazione rischia di ritornare nella sede di appartenenza????…
Qualcuo afferma: a che gioco stiamo giocando chi si sveglia prima la mattina comanda?
Oppure ogni capo del dipartimento che arriva partorisce una una nuova legge ad personam?
Poi parliamo anche della legge e i centri che aiutino e sostengono i colleghi al fine di evitari situazioni al limite tra cui anche eventuali tentativi di ……..
Ebbene proprio questo mi sembra una istigazione alla disobbedienza e al…… oltreche potrebbe anche rilevarsi un abuso d’ufficio da parte del DAP….
Ebbene,c’è chi racconta, che questa mattina dopo la notifica dei 14 provvedimenti di urgente chiarimenti a TURI i nostri colleghi che ieri appena saputo il fatto sono andati in preda al panico perché temono di ritornare nella sede di appartenenza e anche di affrontare enormi spese legali per fronteggiare un eventuale processo,sono andati in tilt…
Avevamo il dovere di cronaca e d’informazione a differenza delle restanti OO.SS. di comunicarli e lo abbiamo,ancora una volta,per primi,fatto!
Noi del COSP Federazione SIndacale siamo qui a disposizione di chiunque cerchi aiuto e sostegno anche legale.
mha,mi viene da pensare che:                       ” È asciuto pazzo ‘o padrone”!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *