Tutte-le-bugie-sul-mondo-del-lavoro

NEWS CO.S.P. INCONTRO AL DAP SINDACATI RAPPRESENTATIVI E AMMINISTRAZIONE SULLE AGGRESSIONI AI POLIZIOTTI E SUL VESTIARIO… COSP..mentre il medico studia,l’ammalato di carcere,muore?

 

news notiziario sindacale 20.09.2018 riunione sulle aggressione ai poliziotti e rimedi….mentre il medico studia,l’ammalato di carcere,muoreNOTIZIARIO INCONTRO AL DAP  SULLE “AGGRESSIONI vs  POLIZIA PENITENZIARIA E COMMISSIONE VESTIARIO”:

                       CHE DIRE,  SECONDO NOI DEL CO.S.P. A PAROLE  SI  DIREBBE  TUTTO E,  IL CONTRARIO DI TUTTO (SIC.?)

                      Nelle 260 prigioni d’Italia, negli ultimi dieci  (10) mesi,si sarebbero  accertate oltre 2.000 (duemila) aggressioni, ferimenti, lesioni,

NOTIZIARIO INCONTRO AL DAP  SULLE “AGGRESSIONI vs  POLIZIA PENITENZIARIA E COMMISSIONE VESTIARIO”:

                       CHE DIRE,  SECONDO NOI DEL CO.S.P. A PAROLE  SI  DIREBBE  TUTTO E,  IL CONTRARIO DI TUTTO (SIC.?)

                      Nelle 260 prigioni d’Italia, negli ultimi dieci  (10) mesi,si sarebbero  accertate oltre 2.000 (duemila) aggressioni, ferimenti, lesioni, oltraggio,dileggio,insulti  e ingiurie,  mentre  loro al Dap che fanno …….

 

        Basterebbe leggere il classico conosciuto a volte scontato  “NOTIZIARIO” sui rispettivi siti internet  dei Sindacalisti partecipi ai Tavoli Nazionali  al D.A.P.,  come rappresentanze sindacali  numericamente maggioritarie, per ricavarne il totale disfacimento del “Ruolo e delle Funzioni” che il Sindacato, invero, da Costituzione e Statuto dei Lavoratori, dovrebbe mantenere  ed ottenere sui Tavoli  Nazionali,  ma ahimè, questo non accade  più da tempo.

Sebbene in questi mesi si è gridato, si continua a gridare e pubblicare numeri assordanti di  aggressioni,lesioni,ferimenti,sommosse,sequestri di persona, evasioni su questo poi  puntare il dito contro la VIGILANZA DINAMICA, CELLE APERTE, SCARSA PRESENZA DI PERSONALE NEI REPARTI E SOVRACCARICO  DI LAVORO SULLA POLIZIA PENITENZIARIA, oggi tutti concludono nei  propri notiziari,almeno questo si ricava,   che  al  DAP  SEMBRA STIANO, SECONDO LORO, ANDANDO VERSO LA STRADA GIUSTA , CHE NON E’  COLPA DELLA VIGILANZA DINAMICA,  MA DELLA LEGGE DI RIFORMA DELL’ORDINAMENTO PENITENZIARIO (SIC….????)

                      IL BUON ANTONIO DE CURTIS, IN ARTE TOTO’, AFFERMEREBBE:   MI  FACCIA IL PIACERE.

MA CHE   DICONO QUESTI INTELLETTUALI.  FORSE, FORSE, SORGE UN  DUBBIO SINDACALE: “”  IL  CARCERE E NEL CARCERE  TALI PERSONAGGI, HANNO MAI  SERIAMENTE E OPERATIVAMENTE LAVORATO ?

 Eppure  Loro  Signori Sindacalisti il Carcere forse,  forse lo conoscono per visite guidate ma anche,  attraverso la  stampa e la TV,  ma ci dicano anche se ci abbiano fisicamente e personalmente  lavorato seriamente e concretamente nelle prigioni Italiane corpo a corpo con i galeotti, come invece abbiamo fatto noi e voi tutti quotidianamente fate ..- Tra le ipotesi di intervento verrebbero inserite quelle delle nuove Tecnologie della Polizia Penitenziaria ma non dicono quali Tecnologie se non abbiamo neanche le risorse per divise,mense a ribasso, caserme scassate e straordinari in arretrato da mesi oltre a missioni a volte non anticipate e mal pagate(?);

Propongono un Gruppo di Specialisti di “pronto intervento”, probabilmente non riflettono che l’eventuale aggressione è diretta, fulminea, tempestiva,inaspettata a volte a tradimento e che i detenuti solitamente, per vigilanza dinamica e celle aperte, sono anche 100/200 con 1 solo agente di sezione,ma lo stesso Agente, copre nello stesso momento due,tre,quattro e anche cinque postazioni tra Sezioni,rotonde e piani diversi detentivi proprio per mancanza di personale in servizio,da dove li prenderanno dal DAP, dal PRAP o  dai  VARCHI e Tribunali, oppure tolgono autisti a Ministri,  Dirigenti Generali, Dirigenti, Funzionari e  tassinari vari(???);

Dicono anche, che non ci sarà più territorialità per galeotti aggressivi o che si macchiano di tali reati e poi da tempo allontanano con dichiarazioni scritte a Loro richiesta(PRAP e DAP) gli agenti minacciati e aggrediti e lasciano i delinquenti nello stesso carcere dove è avvenuta la minaccia e l’aggressione!!!

SVEGLIA SINDACALISTI E SINDACATI, CHIACCHIERE E DISTINTIVI STANNO A ZERO, I POLIZIOTTI VOGLIONO, ANZI,  PRETENDONO, SICUREZZA, SICUREZZA, SICUREZZA e ancora SICUREZZA E NON PALLONI VOLATI  AL  CIELO CHE SI SGONFIANO  SOTTO LE  NUVOLE DELLE ATTESE  DIPARTIMENTALI!

SINDACATI CHE SI DICHIARANO SERENI ANCHE SE CON LE RISERVE PER  POI,  IL GIORNO DOPO ALLA RIUNIONE DEL 19 SETTEMBRE 2018, VEDERLI  PROTESTARE E SCENDERE  IN STRADA, UNA  PROTESTA CHE A LORO DIRE,  SEMBRA, CONVOGLIARE NEI PROSSIMI MESI  ANCHE SU ROMA,  CONTRO LE AGGRESSIONI.     ALLORA, SCUSATECI LA FRANCHEZZA,  QUALCOSA NON QUADRA (?)

Intraprendere un programma di rilevazioni finalizzato all’individuazione di strutture penitenziarie adatte ad ospitare detenuti a regime chiuso??? Non si può  sentire, ma fino ad oggi che hanno fatto al DAP  e nei PRAP, a cosa servono Sale  Operative, Sale Situazioni, Centrali  Nazionali sulle Criticità e  gruppi  Crick .  Quante  altre risorse dovremmo ancora  impiegare  con commissioni,sottocommissioni,para commissioni e paraculate varie  prima di giungere ad una definizione del contenzioso ?

Ci viene da pensare che anche questa volta: “” mentre il medico studia(amministrazione e sindacati), l’ammalato muore(la Polizia Penitenziaria nelle  carceri italiane)! L’ultima chicca ancora più bella, ve la riportiamo: saranno diramate direttive sull’applicazione delle sanzioni contro i detenuti responsabili di violazioni e aggressioni(?); ma come mai quando si tratta di poliziotti prima lo fanno e poi lo dicono, quando si tratta di delinquenti, prima lo dicono e poi forse lo faranno(???) Il  Co.S.P. poco ci credo,le riserve sono di norma. E sul vestiario, una pena senza fine, chiacchierano,chiacchierano, chiacchierano impiegando risorse, trattamento di missione per le commissioni, verifiche e contro verifiche,  intanto la Polizia Penitenziaria resta con le pezze e le  rattoppe  al popò .                  

      Fraternamente:  LA SEGRETERIA  GENERALE NAZIONALE Co.S.P.

 

ia,l’ammalato di carcere,muore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *