ops22

Carceri: morte bambino gettato dalla madre per le scale nel carcere di Rebibbia.Ferma condanna del Sindacato CO.S.P. sui bambini in carcere. Parere della Psicologa dottoressa Allegra Sangiovanni,Socio Fondatore e Presidente onoraria OPS e dell’Avvocato Mariarosaria DELLA CORTE Vice Presidente e Socio Fondatore OPS

IL SINDACATO CO.S.P. : MASTRULLIindex

” IL GRAVE FATTO DI REBIBBIA DI OGGI ,  RIPORTA  ALL’ATTENZIONE  DELL’INTERA ITALIA  CIVILE ,  LE CONDIZIONI DELLE MADRI DETENUTE E DEI LORO FIGLI MINORI IN CARCERE. DIFFICILE ANCHE PER  IL SINDACATO CO.S.P.,POTER DISTINGUERE CHI HA COMMESSO  UN REATO E DEVE SCONTARE LA PENA E CHI, HA SOLO LA  COLPA DI ESSERE FIGLIO DI QUELLA DONNA ,DI QUELLA MADRE E FORSE DI Q QUELLA  “CONDANNA”.

In    ITALIA  sono circa 62 bambini ristrette con le mamme detenute, a Rebibbia sono 13 madri e 16 bambini seizone nido Reparto Zeta.

Le Carceri con Sezioni detentive “nido” sono REBIBBIA ROMA – FOGGIA – VENEZIA GIUDECCA – GENOVA PONTEDECIMO.

PARERE DEGLI ESPERTI E SOCIO FONDATORI O.P.S.(OSSERVATORIO POLITICHE SULLA FAMIGLIA,SOCIALE E SICUREZZA:

DA NOI INTERVISTATA SULL’ACCADUTO PER UN PARERE TECNICO DA ESPERTA,  QUI RIPORTIAMO UN’ANTEPRIMA DELLA DICHIARAZIONE DELLA DOTTORESSA  ALLEGRA  SANGIOVANNI  PSICOLOGA,SOCIO FONDATORE E PRESIDENTE ONORARIA DELL’O.P.S.(OSSERVATORIO  POLITICHE SULLA FAMICLIA, SOCIALE E SICUREZZA: “”” Quello che è successo a Rebibbia è soltanto la punta di un iceberg che svela il danno provocato dalla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari. Bisognerebbe quanto meno sottoporre ad un’attenta valutaZione, caso per caso ma a 360 gradi le circostanze che consentono alle madri detenute di tenere i figli con sè in carcere. Il legame di attaccamento, tanto caro a noi tecnici, non può avere come esito la morte, in sebben caso! “””.

RIPORTIAMO ANCHE, LA DICHIARAZIONE DELL’AVVOCATO MARIA ROSARIA DELLA CORTE, CIVILISTA,  MATRIMONIALISTA, SOCIO FONDATORE E VICE PRESIDENTE DELL’OP.S. CHE SULL’ARGOMENTO HA VOLUTO DARE IL SUO CONTRIBUTO:“  molti i dubbi e i punto oscuri in questa vicenda “, innanzitutto perché fino a che i figli non hanno 5 anni per le mamme ci sono gli arresti domiciliari “ mentre qui i bimbi erano poi piccoli. In secondo luogo, la signora ,dalle notizie diffuse dalla stampa,sembra avesse   problematiche psichiatriche per cui non si comprende come mai non ci fosse controllo e sorveglianza a tutela dei minori.

Segue comunciato stampa CO.S.P….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *