carcere3-650x311

Casa Circondariale Matera – POLIZIOTTO PENITENZIARIO TENTA DI TOGLIERSI LA VITA CON L’ARMA DI ORDINANZA.

Carceri: Cosp, agente penitenziario tenta suicidio, è grave

‘Si sarebbe sparato con arma ordinanza quando era solo a casa’

(ANSA) – BARI, 26 GIU – Un assistente capo della polizia
penitenziaria in servizio al carcere di Matera, questa mattina
avrebbe tentato di suicidarsi nella propria abitazione a Mottola
(Taranto), sparandosi un colpo al petto con la pistola di
ordinanza, una ’92FS parabellum’ Beretta. Ne dà notizia il
sindacato autonomo del Cosp, il Coordinamento sindacale
penitenziario, che evidenzia in una nota “le condizioni critiche
e di stress psicologico in cui sono costretti a operare gli
appartenenti delle forze dell’Ordine”. L’uomo, di 55 anni e
prossimo alla pensione, sarebbe ora in gravissime condizioni,
ricoverato all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto.
Secondo quanto riferisce il sindacato, il tentativo di
suicidio sarebbe avvenuto mentre l’uomo era solo in casa.
L’agente, infatti, sarebbe stato soccorso dai vicini richiamati
dall’esplosione, e trasportato d’urgenza in ospedale.
Il Cosp sottolinea “con amarezza l’ennesimo tentativo di
suicidio da parte di agenti penitenziari”. “Nel Corpo della
polizia penitenziaria – afferma il segretario nazionale del
Cosp, Domenico Mastrulli – negli ultimi 20 anni si sono
registrati 130 casi di suicidio. Auspico che il collega possa
superare questo momento critico della propria vita”.(ANSA).

26 Giu 18 Matera TENTATO SUICIDIO AGENTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *