logo2

CO.S.P. – NOTA ALLA STAMPA 30 .11.2015

CO.S.P.
COORDINAMENTO SINDACALE PENITENZIARIO
========================================

NOTA ALLA STAMPA 30 .11.2015

La legge di stabilità non garantisce al popolo delle divise,al comparto sicurezza e al comparto ministeri la giusta perequazione delle qualifiche e dei ruoli che da oltre dieci anni si continua a sollecitare pertinenti attribuzioni stipendiali,d’avanzamento e pensionistiche nel tempo disastrate dalle diverse politiche da Governo di destra e sinistra,dai tecnici e dai burocrati che dal popolo pretendono semre di più sacrifici e mai a loro donano sicurezza,stabulità,crescita e tutele lavorative.
Condannati dalla Consulta e dai Giudici Amministrativi questi Politici fio ad oggi non hanno saputo riscattarsi dal danno prodotto in sei anni di mancato rinnovo contrattuale e in dieci anni di decurtata azione pensionistica che oggi pone docindioni peggioratve per anni di contrbuti aumentati e per età anagrafica rafforzata dalla Fornero,dai Monti e dai Tecnologi .
Il Sindacato COSP per “voce” del Suo leader MIMMO MASTRULLI esterna condanna per come si starebbero disattendendo il recupero sociale,culturale,economico e di avanzamento si premiano alcune apicali qualifiche e si martiriano le restanti qualifiche e ruoli della base e della sofferenza lavorativa.Non servono oggi manifestazioni congiunte di piazze di chi per anni la piazza la desirtificata dall’ozio sindacale e dal concorso in mea culpa sndacale oggi con questo e ieri con l’altro governo. Servono politiche costruttive e l’occupazione di spazi politici di rafforzamento ideologico delle carriere,delle speciicità nel segno di un rinnovo contrattuale che non sia la classica mancetta di 80 euro parzialmente scremati da un’arroganza ai bordi del semaforo della vergogna politica se si pensa che un apri porte alla Camera o al Senato ercepsce diverse migliaia di euro al mese ed un Operaio della Base e del Comparto invoca un aumento di poche decina di euro tassate come dazio nello spazio della rimasta libertà del pianto istituzionale.
Conclude Mastrulli – Auspico una controtendenza rispetto all’attuale assetto fnanziario economico e maggiori risorse nel tempo distolte dagli stipendi ai politici e governanti o alla dirigenza a dispetto di chi lo Stato e le Amministrazioni con sacrificio convinto e partecipato,in concreto la mandano quotidinamanete avanti.
Presto il COSP suonerà la Tromba della riscossa sociale avvando una serie di democratiche concrete iniziative popolari che coinvolgeranno tutti i partiti e politici di buona volontà iniziando dallo scorrimento delle graduatorie per gli IDONEI ai concorsi che vanno dal 2011 al 2015 per i 375,170 e 260 alla proposta di raddoppio a 800 unità dell’attuale rinviando bando di concorso nella Polizia Penitenziaira, invocherà maggiore risorse su RIORDINO BIS DELLE CARRIERE E CHE QUESTI SALVAGUARDINO LA BASE E I RUOLI AGENTI/ASSISTENTI,SOVRINTENDENTI E ISPETTORI .
Basta dare alla Testa quello che si toglie dal Corpo!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *